Roma: la polizia non doveva caricare era una manifestazione contro il governo


Divisorio lungo 600x30

Caos e manganellate a Roma durante la manifestazione “pacifica” dei lavoratori con a capo il leader del sindacato Fiom. Feriti poliziotti e manifestanti..

Roma: la polizia non doveva caricare era una manifestazione contro il governo

La ThyssenKrupp colpisce la città umbra. Oltre 600 persone hanno occupato le vie di Roma per protestare contro il licenziamento di 537 dipendenti delle acciaierie di Terni.

I manifestanti: “Ci hanno manganellato senza motivo”. Tra i contusi anche due sindacalisti. Una “carica a freddo”, secondo i lavoratori e i sindacalisti.

La Camusso visita i feriti all’ospedale e chiama Alfano: “Renda conto di quanto è successo”.

La questura: “Feriti anche 4 poliziotti. L’azione è stata necessaria perché volevano occupare la Stazione Termini”

Il premier Matteo Renzi, incontrando i lavoratori alla Leopolda aveva promesso: “Mi impegno”.

L’ennesima vana promessa di Renzi ha fatto infuriare gli animi dei lavoratori e della Fiom che, sono scesi in piazza e dopo un sit-in davanti all’ambasciata tedesca, volevano dirigersi verso il ministero dello Sviluppo economico. Ma è finita male.

Gli operai delle acciaierie ai microfoni: “Ci hanno manganellato perché non volevano farci arrivare al ministero”.

Imbestialito, il leader della Fiom Maurizio Landini: Siamo partiti in corteo e ci hanno menato. Ero davanti a prenderle anche io. Non siamo delinquenti, non si mena chi è in piazza a difendere i lavoratori.

Marco Bentivogli, segretario della Fim-Cisl, ha commentato: “I poliziotti ci hanno colpito violentemente alla testa”. E ancora: “Era un corteo pacifico, le cariche sono state immotivate”.

Tre manifestanti, che hanno subito contusioni sul corpo e sulla testa sono stati portati in ospedale per le cure del caso. Tra i manifestanti contusi, anche due rappresentanti sindacali: Gianni Venturi e Alessandro Unia, rispettivamente, il coordinatore nazionale della Fiom e del Rsu Fim Cisl.

Landini vuole chiarimenti, chiama in causa il ministro per lo sviluppo Federica Guidi e chiede un incontro urgente con il presidente del Consiglio e con il capo della polizia.

Susanna Camusso, segretaria della Cgil, ha fatto visita agli operai ricoverati in ospedale, per poi conferire con il ministro dell’Interno Angelino Alfano chiedendo conto di quanto avvenuto.

La questura spiega, non era una carica, ma un’azione di contenimento, anche tra gli agenti ci sono stati 4 feriti per il lancio di oggetti da parte dei manifestanti. E precisaVolevano andare verso la stazione Termini e occupare lo scalo romano e hanno forzato il cordone delle forze di polizia.

Il sottosegretario a Palazzo Chigi Graziano Delrio ha commentato: “La protesta degli operai, si potrebbe dire che era “pacifica”, vi è stato solo un lancio di palline di gomma degli operai contro gli agenti. Gli operai hanno solo gridato agli agenti ‛Andate a lavorare”… Delrio ha poi promesso una “verifica”.

  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (1)
  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (2)
  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (3)
  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (4)
  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (5)
  • 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (6)
29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (1)1 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (2)2 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (3)3 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (4)4 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (5)5 29.10.2014 - Scontri a Roma Landini della Fiom imbestialito (6)6
Slideshow Programs by WOWSlider.com v5.0

Detto tra noi cari amici lettori, in questo delicato momento di crisi per gli italiani, dove più spesso si prevedono manifestazioni di lavoratori o di massa contro questo governo, che per le imposizioni dei poteri dell’Ue ci sta conducendo al default; sarebbe bene che i reparti mobili della polizia di Stato e i carabinieri, non si facessero influenzare dalle ingiurie, dalle offese e ne colpire con oggetti contundenti. Dovrebbero starsene buoni.. buoni.. nei loro mezzi blindati o comunque, non eseguire ordini “SBAGLIATI” che potrebbero comprometterli attraverso le successive azioni di “contenimento” e lasciare che i cortei proseguano “pacificamente” manifestando il loro dissenso verso queste ultime dittature governative. Solo in questo modo il Governo si potrà rendere conto dello scempio che ha compiuto!

Dopo questi preamboli cari amici, facciamo chiarezza. Chi ha aggredito chi?

Ecco il video che fa chiarezza sull’inizio degli scontri


[ … Video gallery … ]

 Roberto Turi – @robylfalco

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About Roby

The Nest - Divulga notizie reali di cronaca, politica, economia, società, curiosità ecc. La veridicità delle notizie, prima della redazione viene verificata attraverso vari siti di informazione. Qualsiasi violazione il lettore dovesse riscontrare, è pregato di avvisare il relatore tramite mail, che immediatamente provvederà a porre i necessari rimedi. Non è una testata giornalistica. Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. - Copyright © 2013 The Nest - By Roby - All Rights Reserved.