Porte aperte in Italia: il cancro governativo stermina le frontiere


http://nelnidodelfalco.altervista.org/

E’ una cospirazione contro l’Italia e gli italiani, è incredibile come questo governo stia cercando di indebolire fortemente le frontiere eliminando gli uomini della specialità, lasciando deliberatamente aperte le porte agli stranieri…

Porte aperte in Italia: il cancro governativo stermina le frontiere

Proprio quando gli altri stati europei, sentendosi minacciati dal terrorismo islamico che avanza deliberatamente e dal congruo numero di stranieri provenienti dalle zone a rischio, erge dei muri per il controllo delle frontiere e del territorio, in Italia si fa il contrario.

L’agenzia Ansa di ieri 19 novembre, in un articolo riporta: “La polizia di frontiera perde oltre mille uomini”.

La medesima nota viene confermata dal segretario del Sap Gianni Tonelli, sostenendo che il Dipartimento della Pubblica sicurezza attuerà una “rimodulazione dell’organico complessivo, che diminuirà da 4.750 a 3.680 unità”.

Il Dipartimento, ha annunciato quanto era previsto “saranno chiusi centinaia di presidi e uffici di polizia”. Riguardo la polizia di frontiera saranno soppressi gli uffici di zona di frontiera con sede a Torino e a Napoli, una parte degli uffici operativi saranno trasformati in commissariati e altri Uffici diventeranno dipendenti dalle Questure.

Il sindacato “SAP”, si tratta di un “ulteriore depauperamento che si unisce alla soppressione di tantissimi posti Polfer e Stradale, oltre all’azzeramento della postale e della squadre nautiche”.

La spending rewiew e tagli, ancora una volta li pagano i poliziotti e i cittadini, mentre gli sprechi  e duplicazioni rimangono intatti. Da parte del Dipartimento della pubblica sicurezza non vi è ad oggi alcuna apertura che vada nella direzione di una riduzione del numero di forze di polizia e di una vera riforma dell’apparato della sicurezza”.

Nessuna cura, per il cancro di questa politica, nessun taglio all’interno dei loro ministeri, nessuno ai loro privilegi, nessuna vergogna per le mele marce occupanti le poltrone dei palazzi, ladri dei fondi pubblici, corrotti e collusi.

 

Roberto Turi@robylfalco

Articoli correlati:

  1. La politica taglia la sicurezza del Paese, ma non quella dei Palazzi
  2. Illuminate azioni del governo: «mette fuori i galeotti e fa fuori i poliziotti»

 

http://nelnidodelfalco.altervista.org/


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About Roby

The Nest - Divulga notizie reali di cronaca, politica, economia, società, curiosità ecc. La veridicità delle notizie, prima della redazione viene verificata attraverso vari siti di informazione. Qualsiasi violazione il lettore dovesse riscontrare, è pregato di avvisare il relatore tramite mail, che immediatamente provvederà a porre i necessari rimedi. Non è una testata giornalistica. Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. - Copyright © 2013 The Nest - By Roby - All Rights Reserved.