Il “piano” di Renzi e le risate degli stolti

Cosa ne pensate del piano di riforme di Renzi? Ed è scattato il sorriso d’intesa tra José Manuel Barroso e Herman Van Rompuy

Il “piano” di Renzi e le risate degli stolti

Alla conferenza stampa sull’incontro con le parti sociali a Bruxelles, come purtroppo siamo soliti assistere, anche in questo caso le risate non si sono fatte attendere, come peraltro, la non calorosa accoglienza della delegazione italiana in Germania dalla tedesca cancelliera Merkel.

Proprio non ce la fanno a non prenderci in giro e denigrarci agli occhi del mondo. Ma noi siamo italiani e ne usciremo a testa alta…

E’ l’Italia politica che ha una brutta fama all’estero. Loro chiedono tagli – pesanti – che i nostri politici non hanno il coraggio di fare, e le “riforme” fatte le giudicano una sceneggiata. Da qui i sorrisini di insufficienza verso un popolo che paga più di quello che riceve. Ma all’Euro-Finanza non basta, i paesi del sud devono essere trasformati in forza lavoro, schiavi dell’Europa e del potere bancario. Ed è continuando a percorrere questa strada che faremo la fine della Grecia, o peggio.

Al di là del fatto che ridano della classe politica intera o di un singolo, il loro modo di agire è l’anti-diplomazia per eccellenza; si tratta di incontri ufficiali tra governi facenti parte di una coalizione e non di una partita a poker. Quei sorrisetti sono squallidi e inutilmente umilianti per il nostro Paese e non sono di alcun aiuto ne per la nostra Nazione, tantomeno per l’Europa tutta, che non versa in condizioni tanto migliori della nostra (a parte la Germania, ovviamente).

I nostri governatori saranno pieni di colpe, non v’è dubbio, ma venire trattati come dementi alle loro dipendenze; è senza senso. Non riderebbero certo se uscissimo dall’Euro e ci riprendessimo la sovranità monetaria, forse, noi almeno all’inizio saremo costretti a fare qualche sacrificio (non che adesso non ne stiamo facendo) ma poi, con la valuta più bassa, il mercato fiorirebbe e immediatamente si arricchirebbe la domanda. Per loro invece sarebbe un dramma. Tra l’altro, due rappresentanti di un parlamento importante come quello europeo che ridacchiano come due animatori di villaggio, fanno solo pena.

Proprio quei sorrisetti tra i leader europei denotano “l’Europa che non c’è”. Di riflesso, verifichiamo con molta amarezza che questa UE non ha nulla a che vedere con una grande confederazione tra potenze rinomate,  industrializzate e armate, Europee; ma assomiglia sempre più ad una compagnia di buontemponi in cui si ride e si sorride mentre il mondo sta andando a rotoli. E non per qualunquismo, aggiungerei che troppi conflitti in vari pasi sono stati provocati appositamente e l’Europa, ci ha messo del suo a fianco di Obama. Meritiamo il Nobel per la pace.

Barroso e Van Rumpuy si fanno sorrisetti di scherno sull’Italia. Entrambi furono scelti per le posizioni che coprono in ragione della loro modestia; insufficienza intellettuale e politica; scarsa ideologia europea; inidoneità culturale per eventuali risoluzioni ai problemi che potevano sorgere in Europa e nel mondo; inadeguatezza al dialogo politico internazionale. Furono scelti per la loro servizievole e utile disponibilità di circostanza, per fare da scudo all’intoccabile potere; l’incapacità a formulare idee e soluzioni ai problemi che stanno affliggendo la maggioranza dei paesi membri.

Il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, potrebbe e dovrebbe esprimere rammarico, commiserazione e dispregio per tale comportamento, pervenuto inequivocabilmente da sprovveduti e inconsapevoli dell’importanza dell’incarico che ricoprono e privi di alcuna dignità, decoro e Onore. Escluda pure una eventuale richiesta di scuse, a priori non dovrebbe accettarle ne chiederle, entrambi, pregiudicano il prestigio della Commissione UE; a prescindere dall’attuale situazione.

NOI Italiani ci rivolgiamo a lei onorevole José Manuel Durão Barroso, visto come ha ridotto il Portogallo, dovrebbe solo piangere.

@robylfalco

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About Roby

The Nest - Divulga notizie reali di cronaca, politica, economia, società, curiosità ecc. La veridicità delle notizie, prima della redazione viene verificata attraverso vari siti di informazione. Qualsiasi violazione il lettore dovesse riscontrare, è pregato di avvisare il relatore tramite mail, che immediatamente provvederà a porre i necessari rimedi. Non è una testata giornalistica. Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. - Copyright © 2013 The Nest - By Roby - All Rights Reserved.