Il Pd in piazza contro il governo di sinistra? Solo annunci.!


Divisorio lungo 600x30

Patrimoniale e NO al diritto di sciopero. Questi gli annunci che giungono dalle piazze di Roma e Firenza durante l’amichevole di ping pong tra la Camusso e Renzi…

Il Pd in piazza contro il governo di sinistra? Solo annunci.!

Un immenso campo di papaveri rossi. Secondo i dati di Susanna, circa un milione di persone hanno manifestato contro le politiche del lavoro e recessione del governo Renzi; secondo invece quanto riporta ilgiornale, sembra che i manifestanti fossero circa 160 mila.

Rimango di stucco amici e una domanda mi sorge spontanea: come è possibile che a fronte di un milione di persone in piazza, non si è verificato neanche un minimo scontro con le forze dell’ordine? Tutto secondo le regole, tutto tranquillo, c’era la sinistra in piazza!

Susanna Camusso: ‘No a Jobs Act’ e il campo di fiori fischia Renzi. Ma se non erro è da mesi che si parla del Jobs Act’, perché aspettare proprio il mese di ottobre per urlare il loro NO, in piazza?

A Roma, dal palco della Cgil, la Camusso ha urlato: “Si sappia – alla Leopolda e a Palazzo Chigi – che non deleghiamo a nessuno le politiche del lavoro”. E ancora: “NO al Jobs Act e tutela dell’articolo 18”.

Poi, la leader della Cgil, ha minacciato ulteriori “scioperi articolati” e se fosse necessario, addirittura lo “sciopero generale”.

Matteo Renzi dalla Leopolda a Firenze, ribatte: “limiteremo il diritto di sciopero ai lavoratori pubblici. Faremo una legge”.

Una lotta all’interno del Pd.? Niente affatto.

Una messa in scena. Vi siete mai chiesti perché queste roboanti manifestazioni vengono organizzate durante il mese di ottobre e per i più disparati motivi? Chi viene plagiato, è in tempo utile per iscriversi al sindacato che crede in quel momento per lui, il più favorevole.

Quanto avvenuto durante questa manifestazione della Camusso però, in onda e non per caso in contemporanea con la Leopolda di Renzi, è ancora più inquietante. Vediamolo insieme.

Susanna Camusso dal palco della manifestazione non ha solo urlato contro le politiche del lavoro di Renzi, ha preannunciato quello che il popolo già in crisi teme possa avvenire. Un passo necessario per favorire poi l’occupazione è la patrimoniale: una tassazione della ricchezza “per creare posti di lavoro immediati e qualificati. Queste le parole della Camusso, a questo serviva la manifestazione oltre che le tessere degli incoscienti e ignari, doveva Preannunciare una patrimoniale.

Matteo Renzi, dal suo canto non è stato di meno, rispondendo alla Camusso da Firenze, ha preannunciato una nuova legge, una legge che limiterebbe il diritto di ogni cittadino lavoratore e che lo renderebbe schiavo dello stesso Stato. Renzi ha preannunciato di “limitare il diritto di sciopero ai lavoratori pubblici”.

Altro che lotta interna al Pd cari amici, erano solo annunci, ovvero, aspettiamoci una patrimoniale sulla nostra già povera ricchezza e per questi massacri operati dal governo, non potremo neanche scioperare!

Roberto Turi@robylfalco

Articoli correlati:

01 – Finito il colpo di Stato – Pronto il colpo di spugna

02 – La cospirazione europea e il sinistro governo italiano, compiacente

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About Roby

The Nest - Divulga notizie reali di cronaca, politica, economia, società, curiosità ecc. La veridicità delle notizie, prima della redazione viene verificata attraverso vari siti di informazione. Qualsiasi violazione il lettore dovesse riscontrare, è pregato di avvisare il relatore tramite mail, che immediatamente provvederà a porre i necessari rimedi. Non è una testata giornalistica. Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. - Copyright © 2013 The Nest - By Roby - All Rights Reserved.