Arresto “violento”, carabiniere condannato



Interviene a una “spaccata”, arresta un tunisino in flagranza di reato ma “è troppo violento!” e viene condannato..


Arresto "violento", carabiniere condannato

Ecco un caso che ha dell’incredibile e ci deve fare riflettere. Un carabiniere in servizio alla compagnia di Lucca, aveva arrestato in flagranza di reato un tunisino sorpreso a rubare in un’azienda, ma è stato denunciato dal ladro, viene accusato di lesioni personali.

Nessun rispetto, zero tutele per chi ogni giorno con grandi sacrifici e per pochi spiccioli, svolge il proprio dovere per assicurare legalità e sicurezza sul Territorio nazionale.

E’ il 12 settembre del 2011 gli uomini dell’Arma intervengono per una spaccata in una cartiera, dal controllo all’interno dello stabilimento dove si erano già verificati diversi furti di rame, uno dei carabinieri nota un uomo intento a sfilacciare fili di quel prezioso metallo. L’uomo, tenta di fuggire ma viene bloccato, immobilizzato e ammanettato. Il ladro, identificato come cittadino tunisino, in caserma accusa un malore e viene portato al pronto soccorso, riferisce che al momento della cattura da parte dei carabinieri, uno di questi gli avrebbe provocato ferite trascinandolo in malo modo. Dopo la diagnosi e la dimissione, la denuncia del nordafricano a carico del carabiniere che ha operato l’arresto.

Il carabiniere va quindi a giudizio, indagato per il reato di lesioni personali aggravate ex art. 61 comma 9 del codice penale, che recita: l’avere commesso il fatto con abuso dei poteri, o con violazione dei doveri inerenti a una pubblica funzione o a un pubblico servizio, ovvero alla qualità di ministro di un culto.

Il Tribunale di Lucca, in questi giorni ha così condannato il carabiniere a 6 mesi di reclusione (pena sospesa), al risarcimento di 7500 euro, altri 1750 più Iva di spese processuali, nonché al pagamento in favore della parte civile di una provvisionale di 3500 euro.

La Nazione ha pubblicato i dettagli di quanto il militare dell’Arma, senza svelare il suo nome, ha scelto di raccontare. Non ci sono parole per definire l’accaduto. Viva la beffa.! Viva L’Italia.!

Arresto "violento", carabiniere condannato

Roberto Turi@robylfalco

News dal web


 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About Roby

The Nest - Divulga notizie reali di cronaca, politica, economia, società, curiosità ecc. La veridicità delle notizie, prima della redazione viene verificata attraverso vari siti di informazione. Qualsiasi violazione il lettore dovesse riscontrare, è pregato di avvisare il relatore tramite mail, che immediatamente provvederà a porre i necessari rimedi. Non è una testata giornalistica. Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. - Copyright © 2013 The Nest - By Roby - All Rights Reserved.